venerdì 17 ottobre 2014

La tradizione gastronomica italiana nell’arte

Nell’arte italiana vi sono anche i dipinti che ritraggono nature morte relative agli alimenti adoperati per cucinare. Tra i tanti artisti italiani che hanno trattato l’argomento alcuni di questi sono:

Carlo Magini nacque a Fano il 16 settembre 1720 e vi morì il 3 luglio 1806.
Dispensa con pesce, carne, uova sode e fiasca di vino del 1625 circa, olio su tela.

Michelangelo Merisi detto il Caravaggio nacque a Milano nel 1571 e morì nel 1610 a Porto Ercole.
Canestra di frutta del 1599, olio su tela

Francesco Noletti, detto il Maltese nacque probabilmente alla La Vallette nel 1611 e morì a Roma nel 1654.
Composizione con tappeto, canditi, cesto di frutta e vaso di fiori, 1650 circa, olio su tela.

Luca Forte nacque probabilmente a Napoli fra il 1600 e il 1615, la sua morte risale a prima del 1670.
Natura morta di frutta e fiori, 1640-1650 circa, olio su tela.

Iacopo da Empoli, detto Jacopo Chimenti o l'Empoli, nacque a Firenze il 30 aprile 1551 e vi morì nel 1640.
Dispensa con pesce, carne, uova sode e fiasca di vino, 1625 circa, olio su tela.

Giacomo Nani nacque a Napoli nel 1701 e vi morì nel 1770.

Cestino con ricci e capesante, cestino con fichi


Nessun commento:

Posta un commento