venerdì 31 luglio 2015

Il Castello della Manta

Tra le colline di Saluzzo e Cuneo, nella cittadina di Manta, si trova questo magnifico castello edificato sui resti di strutture fortificate risalenti al XII secolo.

La famiglia dei Saluzzo della Manta lo ristrutturò in una splendida dimora signorile 
ed è l’espressione della cultura gotico - cortese assai in voga 
in quel tempo come risulta dagli splendidi affreschi che ne decorano le sale, 
considerati fra i più importanti d’Europa. 
Infatti gli straordinari affreschi del Salone Baronale che raffigurano la Sfilata degli Eroi ed Eroine 
Salone Baronale,particolare

appartenenti alla mitologia classica e alla letteratura biblica ma abbigliati secondo la moda del quattrocento ne sono un esempio. 
Sulla parete opposta si trova la rappresentazione della Fontana della Giovinezza
dove vari personaggi si immergono per poter ritornare giovane come diceva la leggenda.
La visita comprende 
i saloni cinquecenteschi, le mura, il giardino, il bosco e passeggiando nel parco che circonda il Castello si può godere del panorama sul gruppo del Monviso e della vista sulle colline circostanti. 
Accanto al castello si trova la chiesa castellana di Santa Maria che custodisce al suo interno due ambienti di particolare pregio pittorico. 

Si coniglia di informarsi per i giorni, gli orari e quant’altro concerne la visita al castello.



giovedì 30 luglio 2015

Un soggiorno sull'isola di Procida

Questa bellissima isola del Tirreno è di origine vulcanica, si trova all' imbocco del Golfo di Napoli, fra Ischia e Capo Miseno.
Photo by "I Promessi Viaggi", 2013

I tipici golfi a mezzaluna fanno capire che l’isola è di origine vulcanica.
Il porto è Marina Grande 
dove fa scalo il traghetto per incominciare la vista passeggiando tra le case colorate nelle stradine e nei tipici vicoli.
I posti più suggestivi da visitare sono  la Marina Grande, l’antico borgo di Terra Murata, il villaggio dei pescatori di Marina Corricella ed il porto della Marina Chiaiolella.
Passeggiando per la  Marina Grande si troveranno le botteghe di artigianato come le ceramiche dipinte a mano, negozi di abbigliamento e negozi con vari articoli, ristoranti e bar.
La parte più antica ed alta dell’isola è il borgo della Terra Murata dove si può visitare 
l’Abbazia di San Michele, 
patrono dell’isola, 
che fu edificata dai benedettini intorno all’anno Mille.
La Terra Murata offre scorci pittoreschi tra i vicoli e offre una vista straordinaria su tutto il Golfo di Napoli. 
A Procida c’è anche il parco letterario intitolato ad Elsa Morante dove il comune organizza ogni mese di settembre una settimana della cultura durante la quale tra l'altro viene conferito il noto Premio Elsa Morante.
Le spiagge di sabbia dell’isola, il mare limpido e una vasta scelta di stabilimenti balneari per le famiglie rendono molto piacevoli il soggiorno a Procida.

Inoltre ci sono vari modi per trascorrere la giornata come le attività sportive, escursioni in barca a vela intorno all’isola con spiegazioni su storia e tradizioni del’isola.
Tempo permettendo si possono fare anche escursioni partendo da Procida per visitare le belle località vicine come Sorrento ed Amalfi.
L’isola di Procida offre al turista attento molte altre bellezze di quelle qui riportate senza dimenticare l’ottima e particolare enogastronomia da degustare in qualche locale isolano. 



mercoledì 29 luglio 2015

In treno alla scoperta dei Castelli del Trentino

Questo suggestivo viaggio in treno alla scoperta dei castelli delle Valli di Non e Sole, in Trentino, è possibile grazie all’Assessorato alla Cultura della Provincia autonoma di Trento.
L’iniziativa che interessa la tratta ferroviaria Trento-Malé fino al 5 settembre 2015, vi porterà a visitare quattro castelli collegati tra di loro con la ferrovia.


Il Castello di Ossana si trova arroccato nell’omonimo comune nell’Alta Val di Sole ed è visitabile. 
Il castello dovrebbe risalire al  VI secolo in età longobarda.
E’ conosciuto anche come Castello di S. Michele per la cappella situata al suo interno.
Il Castel Caldes fu eretto nel 1464 dalla famiglia Cagnò. 
La particolarità della costruzione è dovuta al confronto con le diverse culture quella veneta, tedesca e lombarda. Il castello è visitabile per ammirare lo stupendo interno.
Il Castel Valer 
fu di proprietà dei conti Appiano e risale al 1211, era anche un presidio militare.
Il castello è formato dalla parte più antica risalente al XIV secolo è indicata come Castel di sotto, mentre la seconda, risalente al XVI secolo è indicata come Castel di sopra. 
Ai giorni odierni è proprietà privata.
Il Castel Thun fu costruito nella metà del XIII sec. ed è un esempio tra i più interessanti di architettura trentina e vi abitò famiglia dei Thun.

Il castello è circondato da un complesso sistema di fortificazioni formato da torri, bastioni lunati, dal fossato e dal cammino di ronda.
Molto interessante l’interno con le sale 
con i loro pregevoli arredamenti.
Questo interessante tour è promosso dall’Assessorato alla Cultura della Provincia autonoma di Trento e realizzato dalle Apt di Val di Non e Val di Sole in collaborazione con Trentino Marketing


martedì 28 luglio 2015

L’Arco di Costantino a Roma

L’Arco di Costantino, posto vicino al Colosseo, fu realizzato dal Senato dell'Antica Roma per onorare la vittoria dell’Imperatore Costantino su Massenzio, nella battaglia di Ponte Milvio, nel 312 d. C.

L’Arco di Costantino fu costruito adoperando materiali d’opere più antiche quindi a periodi diversi, si rifà all'Arco di Settimio Severo del Foro Romano.
Nell'Arco si trovano scolpiti momenti storici 
di battaglie e vittorie romane, tra i bassorilievi ci sono anche quelli risalenti al periodo di Troiano, Adriano, 
Marco Aurelio, Costantino e le statue dei Daci fatti prigionieri.

Questo capolavoro viene tramandato per ricordare la grandezza di Roma e dei suoi imperatori.

lunedì 27 luglio 2015

L’arte e la pittura italiana nel Santo Vangelo

I più famosi pittori hanno ritratto la vita di Cristo nei momenti più salienti della Sua vita anche nei libri del Vangelo.
Queste sono alcune immagini tratte dal: Il Vangelo illustrato dai capolavori d’arte di ogni scuola e d’ogni tempo. Bergamo Imprimatur 26 luglio 1930.Officine dell'Istituto Italiano d'Arti Grafiche - Editore. Bergamo 1956








Questo Vangelo è in mio possesso dall’8 maggio 1957.






domenica 26 luglio 2015

Le fontane particolari di Firenze

Firenze non è ricca solo di chiese, palazzi e musei, ma camminando nella città si possono ammirare fontane artistiche ed anche alcune particolari in vari punti della città... eccone alcune.
Il Tabernacolo delle Fonticine fu realizzato da Giovanni della Robbia nel 1522.

Il nome deriva dalle sette testine di cherubino che versano acqua all’interno della vasca sottostante. 
Interessante  la pala nella nicchia realizzata in terracotta policroma invetriata.
La fontana del Porcellino 
è una copia del cinghiale in bronzo opera di Pietro Tacca.
La leggenda tramanda che toccare il suo naso e far scivolare una moneta dal suo muso nella grata porti fortuna.
La Fontana dello Sprone o del Buontalenti 
fu realizzata agli inizi del Seicento quando la città fu abbellita in occasione del matrimonio di Cosimo II de’ Medici con Maria Maddalena d’Austria.
La Fontana del Nettuno fu costruita tra gli anni 1563-1565 da Bartolomeo Ammannati e dal Giambologna.

Da notare  le statue bronzee delle divinità marine: Doride, Teti,Oceano e Nereo che sono affiancate da coppie di satiri. 


sabato 25 luglio 2015

La Palazzina dei Mulini a Portoferraio

La Palazzina dei Mulini è oggi un museo 
per ricordare la permanenza  di Napoleone Bonaparte  costretto all’esilio nell’isola dal 1814 al 1815 . 
Fu fatta costruire nel 1724 dal Gran Duca Gian Gastone de'Medici ed in seguito riadattata secondo le esigenze di Napoleone dove cercò di ricreare l’atmosfera di corte. 
Nella palazzina
vi soggiornarono anche 
la madre Letizia Ramolino Bonaparte e la 
sorella Paolina.
Molto belle sono le decorazioni, 
diverse per stanza 
che contengono 
parte della mobilia originaria di Napoleone.
Attualmente vi si conservano 
cimeli,
arredi e mobili dell’epoca e parte
dell’interessante biblioteca 

condotta con sé dall’imperatore e che in seguito donò alla Comunità di Portoferraio. 
Il giardino che si sviluppa 
fra la Palazzina e il mare è abbellito da due belle statue: 
una Minerva e una copia 
della Galatea del Canova.  
Il giardino a terrazza si affaccia sul canale di Piombino.
Per visitare questa bella dimora dove visse per poco tempo il grande Napoleone Bonaparte si consiglia di informarsi per i giorni e gli orari e quant’altro concerne la visita.