lunedì 9 novembre 2015

Una visita alla Piramide di Caio Cestio a Roma

La Piramide Cestia è uno dei monumenti più caratteristici della Roma Antica ed è visitabile su prenotazione. La tomba, come le piramidi in uso in Egitto, fu costruita tra il 18 e il 12 a.C., come sepolcro di Caio Cestio. Posta all'inizio della Via Ostiense, ancora oggi svetta nel panorama della città.

Foto by "I Promessi Viaggi", 2015

Per visitare la stanza sepolcrale, che però non è ornata come nelle piramidi egiziane in quanto una legge romana dell'epoca impediva le esibizioni di lusso,  si accede da una porticina che non sembra essere quella originale.  


L'attuale ingresso è posto sul lato occidentale. Nella fascia mediana della stanza, dentro riquadri divisi da candelabri, sono raffigurate figure di Ninfe e ai quattro angoli del soffitto vi sono quattro Vittorie alate che portano una corona ed un nastro.

Foto by "I Promessi viaggi", 2015
 All'interno troviamo semplicemente affreschi come questo che la abbellivano e le aperture create dai ladri nei secoli scorsi.
affreschi interni, foto by "I Promessi viaggi", 2015
 Interessante anche visitare i giardini in cui troviamo reperti romani rinvenuti nell'area.


La piramide Cestia, restaurata volta tra il 2013 ed il 2015, monumento in parte inglobato nelle Mura Aureliane, è ormai l'unico esempio di mausoleo a forma di piramide a ricordare la conquista dell’Egitto (30 a.C.) divenuto provincia romana.  Sembra infatti che ve ne fossero altre nell'Antica Roma, ma non ci sono tracce storiche.
Piramide Cestia e Porta san Paolo, foto by "I Promessi viaggi", 2015
La Piramide si può ammirare estenamente anche dai giardini del Cimitero Acattolico di Roma che è adiacente ed è visitabile tutti i giorni con il suo giardino botanico e le tombe dei grandi poeti inglesi e personaggi importanti. A questo particolare sito ho dedicato un post cui potete far riferimento se vi può interessare.


Nessun commento:

Posta un commento