domenica 26 giugno 2016

Una visita alla Cappella Sistina in Vaticano

Nei Musei Vaticani si conservano moltissime opere importanti, ma il vero e proprio capolavoro è la Cappella Sistina affrescata dal grande Michelangelo Buonarroti.
Papa Sisto IV della Rovere fece edificare un nuovo ambiente dove già sorgeva la Cappella Magna in cui si svolgevano le riunioni della corte papale per questo motivo fu chiamata Cappella Sistina.

Nel 1475, anno del Giubileo, iniziarono i lavori che si conclusero nel 1483 e il 15 agosto papa Sisto IV inaugurò la Cappella dedicata alla Vergine Assunta.  L'interno della cappella è composto da una singola navata
con una volta a botte e con venti finestre mentre una transenna marmorea 
divide la stanza.
La decorazione quattrocentesca 
delle pareti comprende: i finti tendaggi, le Storie di Mosè (pareti sud -ingresso) e di Cristo 
(pareti nord - ingresso) e i ritratti dei Pontefici
(pareti nord - sud -ingresso).
Sicuramente è di grande suggestione la famosa e stupenda 
“Creazione di Adamo”.
Da tener presente che questi nudi furono ritenuti scandalosi 
per la Chiesa di quel tempo e furono fatti ricoprire, in parte, da Daniele da Volterra da allora detto il "braghettone"; Michelangelo era ancora vivo.
Nella Cappella ancora oggi si tiene il Conclave 
per l'elezione del Sommo Pontefice.
Negli ultimi anni iniziarono i restauri per la pulitura degli affreschi della Cappella Sistina che terminarono nel 1999 consentendo di riscoprire gli intensi colori originari che oggi si ammirano.
La cappella Sistina è il grande capolavoro di Michelangelo uno dei cicli più importanti della pittura mondiale. 


Nessun commento:

Posta un commento