sabato 31 dicembre 2016

Un tour alla Basilica di san Paolo fuori le mura a Roma

La Basilica di San Paolo fuori le Mura è una delle quattro basiliche patriarcali di Roma e la più grande per dimensioni dopo San Pietro in Vaticano.

L’imperatore Costantino la fece edificare all’inizio del IV secolo che secondo la leggenda fu il luogo della sepoltura di San Paolo. 
Il grandioso quadriportico è composto da 150 colonne, 
al centro c’è la statua colossale di San Paolo.
La facciata è decorata con mosaici eseguiti tra il 1854 e il 1874, ci sono tre magnifici portoni d’ingresso ed uno di questi 

è la porta santa.
La visita all’interno della grande basilica 
è molto interessante 
per le straordinarie 
opere che ci sono come la lunga serie di medaglioni 
di tutti i papi, il grandioso candelabro 
del cero pasquale, una particolare 
acquasantiera, il baldacchino, posto sopra l’Altare Papale, 
è una delle più note opere dello scultore ed architetto medievale Arnolfo di Cambio.
Sotto l’attuale Altare Papale si trova la tomba 
di san Paolo, vi è una lastra di marmo con l’iscrizione PAULO APOSTOLO MART…
ed è composta da diversi pezzi. 
Da visitare anche le cappelle laterali come quella 
di san Benedetto e quella 
di santo Stefano soffermandosi però a vedere con calma le altre opere d’arte.
L’area espositiva comprende, oltre al Chiostro 
del XIII secolo, la Pinacoteca, la Cappella delle Reliquie, la Galleria espositiva, l´Area archeologica ed altre sale annesse.

giovedì 29 dicembre 2016

Un tour nelle Grotte di Castellana

Queste fantastiche cavità sotterranee si trovano vicino a Castellana Grotte in Puglia  ed offrono al visitatore un percorso di 3 km. in ambienti di grotte, canyon, laghetti, affascinanti e surreali scenari
che la natura ha prodotto 
nel tempo e che ancora oggi si possono vedere.
Per visitare le Grotte a 70 metri circa di profondità ci sono due percorsi: 
l’itinerario parziale della durata di circa 50 minuti e l’itinerario completo della durata di circa 2 ore sempre con la visita guidata.
Questo tour fantastico incomincia dalla Grave la prima caverna 
che permette di vedere l’esterno attraverso l’apertura che si apre nella volta.
Si prosegue il percorso 
tra stalattiti e caverne 
che con le loro conformazioni hanno nomi particolari per quello che rappresentano come il grande fungo 
della caverna nera, la torre di Pisa che è una enorme stalagmite inclinata 
con la parte superiore poggiata al suolo  e si trova nella caverna della torre rovesciata, la formazione di una lupa 
che ricorda la lupa capitolina romana si trova nella caverna della lupa e più avanti c'è il suggestivo 

laghetto di cristalli.
Durante il percorso 
si vedrà anche un altro passaggio chiamato il corridoio rosso 
con le cortine di alabastro e la caverna più bella e suggestiva la grotta bianca con archi, colonne e volte di un bianco purissimo e splendente 
da rimanere affascinati.
Sarà il visitatore ha scoprire tutte le altre meraviglie della natura che le Grotte di Castellana conserva nelle cavità di origine carsica e perciò si consiglia di informarsi in tempo per i giorni, gli orari di visita e quant’altro concerne la visita. 

martedì 27 dicembre 2016

Le Domus restaurate degli scavi della antica Pompei

Dopo molti anni sono nuovamente aperte al pubblico  alcune domus della città di Pompei, ritenute importanti per gli affreschi e per gli ambienti, straordinarie abitazione che ci riportano ad un lontanissimo passato.
La casa dei Vettii è una delle più ricche 
e rappresentative abitazioni appartenuta ad Aulo Vettio Restituto e Aulo Vettio Conviva 
due ex schiavi che si arricchirono con il commercio del vino.
Gli straordinari affreschi 
riproducono scene della mitologia e raffinate decorazioni 
che rendono meravigliosi gli ambienti.
La Casa di Adone 
ferito, in cui spicca un grande affresco con Adone morente 
soccorso da Venere, 
si trova in via di Mercurio sempre nel sito archeologico di Pompei.
La Domus del Labirinto deve il suo nome ad un bellissimo mosaico 
dove all'interno di un labirinto Teseo lotta contro il Minotauro.
La domus 
è di tipo sannitico e risale 
all'epoca sannitica (II secolo a.C.).
La casa della fontana piccola è una delle più antiche ed eleganti case 
dell’epoca anche questa risalente 
all’età sannitica.
E’ la fontana decorata a mosaico 
che si trova nel giardino intermo a dare il nome alla casa.
La casa sarebbe stata 
appartenuta a un mercante di frutta, il pomarius Helvius Vestalis dell'iscrizione elettorale rinvenuta sulla facciata dell'abitazione.
Si consiglia di informarsi in tempo per i giorni, gli orari e quant’altro concerne la visita a queste bellissime domus a Pompei.

domenica 25 dicembre 2016

SEASON'S GREETINGS

MERRY CHRITSMAST TO EVERYONE...
FROM
"i PROMESSI VIAGGI" 



venerdì 23 dicembre 2016

Una visita al Palazzo Ducale di Colorno

Questo imponente palazzo conosciuto anche come la reggia di Colorno in vari periodi fu abitata dai Sanseverino, dai Farnese, dai Borbone e da Maria Luigia d'Austria.

Questa monumentale struttura con i giardini 
potrebbe essere una piccola Versailles e visitarlo è come tornare indietro 
nel tempo nel lusso delle 


400 sale, 

corti,
cortili e del bellissimo giardino















alla francese.     
Durante la visita si vedrà 
il piano nobile, gli appartamenti del duca Ferdinando e di 
Maria Luigia, la sala 
dell’osservatorio astronomico e alcune sale allestite 
con gli arredi storici provenienti dalle sedi della provincia di Parma rendendo ancora più interessante la visita.
Nel palazzo o reggia ci sono spazi espositivi per mostre ed altri eventi culturali, ci si può sposare con il rito civile 
nel giardino storico o nelle sale che furono 
dei duchi di Parma.
Per visitare questa sontuosa residenza 
si consiglia di informarsi in tempo per i giorni, gli orari ed il prezzo del biglietto.
La visita al Palazzo Ducale di Colorno fa parte 
della Card del Ducato che si può acquistare nelle biglietterie dei Castelli del Ducato oppure rivolgendosi ai Castelli del ducato di Parma e Piacenza Piazza Matteotti 1 - 43012 Fontanellato (Pr).