domenica 24 settembre 2017

Un weekend a Campo Ligure

Campo Ligure è un piccolo paese tra le colline e i monti che ha mantenuto il suo borgo antico tra i caruggi sui quali si affacciano le botteghe degli artigiani e fa parte dei borghi più belli d'Italia.
Il suo passato storico lo si ritrova vedendo il ponte medievale, 

realizzato nel IX secolo e articolato in quattro campate, che scavalca il torrente Stura. 
Sulla piazza principale del centro storico si trovano la Chiesa 

della Natività di Maria Vergine e il Palazzo Spinola 

con la bellissima  facciata.
Entrando invece dalla via principale si vedrà  

l’Oratorio dei Santi Sebastiano e Rocco, costruito nel 1647 in stile barocco, da vedere anche 

l’Oratorio di Nostra Signora Assunta.
Da visitare il Castello Spinola 

di grande interesse architettonico ma quello che rende interessante questo borgo è il museo della filigrana e nelle vicinanze del comune di Campo Ligure si trova il giardino botanico montano di Prato Rondanino.
In questo bel borgo si trova, in Italia, l’unico centro di produzione della filigrana e gli artigiani hanno saputo unire in modo superbo le tradizioni di un tempo e le moderne tecnologie.
Il museo della filigrana
espone tantissimi

e particolari oggetti

secondo le aree geografiche di provenienza 

dando rilievo anche ai vari tipi della lavorazione locale.
Visitando le varie sale si vedranno esposti anche questi oggetti:

il ventaglio e la scatola in ebano Cina XVIII secolo, 

il tacchino bruciaprofumi Perù XIX secolo, 

la cavigliera  e due 

manicotti Etiopia XVIII secolo, 

borsetta Genova XIX secolo, 

un cestino Svezia XVIII secolo, 

un portagioie India XIX secolo.
Il giardino botanico montano 

di Pratorondanino ha una svariata collezione di piante secondo le aree geografiche di provenienza, tre habitat rocciosi e 

un laghetto.
Una tranquilla passeggiata permetterà di ammirare, in questa spettacolare oasi alpina, queste bellezze della natura che sono 
la scarpetta della Madonna o di Venere del Giappone
fiori e piante 
astranzia maggiore
di ogni genere.
Sempre nell’altopiano di Pratorondanino si trova il centro ippico che offre varie attività anche agonistiche e passeggiate a cavallo.
Questo piccolo borgo più bello d’Italia, Campo Ligure, merita di essere visitato perché offre un tranquillo soggiorno tra arte e natura.








sabato 23 settembre 2017

Una visita alla Pinacoteca Nazionale di Bologna

La Pinacoteca Nazionale di Bologna sorge oggi nell'antico quartiere San Donato che dagli inizi dell'800 rappresentava il cuore culturale di Bologna. E’una delle più importanti gallerie d’arte d’Italia e si trova nell’ex convento gesuita di Sant’Ignazio.




Nelle numerose sale, ricche di opere d'arte, si potranno ammirare
dipinti e affreschi del’300, del 1300, del Rinascimento, dell’Arte Barocca.

La visita alla Pinacoteca è interessante per  scoprire la storia 
dell'arte bolognese dal Trecento
affreschi del trecento
all'Ottocento attraverso il percorso museale.
Il Polittico di Giotto

La sala dei Guido Reni con l'accesso al piano superiore
è molto interessante prima di visitare
le altre sale.
In questa sala sono stati ricomposti,
secondo la struttura architettonica originale, una parte del grande complesso di affreschi della chiesa di Santa Maria di Mezzaratta.
Fino al 7 gennaio 2018 si potrà ammirare
il quadro "Nesso e Dejanira" di Guido Reni, in prestito dal Museo del Louvre di Parigi.
Si consiglia di informarsi in tempo per i giorni, gli orari e quant’altro concerne la visita alla Pinacoteca.



venerdì 22 settembre 2017

Il Festival Nazionale dei Primi Piatti a Foligno

Nel centro storico di Foligno, si terrà dal 28 settembre al 01 ottobre 2017 per la prima volta questa interessante e gustosa manifestazione
per far conoscere le eccellenze e le tipicità locali dei prodotti dei territori italiani che si usano nel preparare i primi piatti.
Durante il percorso
si troveranno 14 villaggi dei primi dove si potranno degustare
molte e varie ricette preparate ed anche reinterpretate da famosi chef.
Inoltre ci saranno mostre e mercati con la possibilità di acquistare
i prodotti enogastronomici tipici e a marchio protetto.
Durante la manifestazione ci saranno eventi, sempre in riferimento all’ottima pasta italiana, spettacoli ed intrattenimento molto interessanti anche per i bambini.
Questo interessante Festival Nazionale dei Primi Piatti 
oltre a conoscere e degustare i vari tipi di pasta è anche un modo per conoscere e mettere in pratica le buone abitudini alimentari.


giovedì 21 settembre 2017

Una giornata curiosando per il Centro di Milano

Milano è sicuramente una città da visitare per l’arte, le chiese importanti come il Duomo, i musei ma ci sono posti della città che andrebbero visti per le loro particolarità e curiosità, questi sono alcuni di quei luoghi:
Photo by "I Promessi Viaggi", 2013

 In Piazza dei Mercanti su un arco del Palazzo della Ragione,
c’è un piccolo bassorilievo che rappresenta la scrofa semilanuta. Questo animale mitologico era il simbolo della città prima dell’età comunale.
Vicino all’università statale che un bel parco, il Parco Vittorio Formentano
chiamato anche il parco largo marinai d’Italia, dove si trova una particolare statua
in bronzo nell’atto di abbracciarsi.
In via Serbelloni 10 si trova un portone con particolare
orecchio umano in bronzo con funzione di citofono. L’autore fu  Adolfo Wildt nel 1930 ma ora non più funzionante.
Vicino alla chiesa di san Carlo al Corso si trova una statua romana antica chiamata l'Omn de Preja.

Ai suoi piedi venivano messi, nel 1848 durante le cinque giornate di Milano, biglietti con scritte di protesta o di satira politica. 
Vicino alla Basilica di sant’Ambrogio  si trova una particolare colonna chiamata del diavolo per i due fori lasciati dalle sue corna.
La leggenda tramanda la battaglia tra Sant’Ambrogio e il demonio, il diavolo durante la lotta abbia urtato sulla colonna incastrandosi con le corna lasciando
i due buchi.
Nella chiesa di san Bernardino alle ossa si trova un antico ossario che fu costruito nel 1298 dalla Confraternita dei Disciplini.
Queste ossa e altri resti umani sarebbero i resti provenienti dai cimiteri soppressi nel XVII secolo.
Nella chiesa di santa Maria al paradiso si trova a metà navata nel pavimento una pietra rotonda forata
che per tradizione si tramanda che sia servita da basamento per la croce di S. Barnaba, alle origini della predicazione cristiana in Milano.


mercoledì 20 settembre 2017

Una visita ai sotterranei della Basilica di San Clemente a Roma

La Basilica di San Clemente fu costruita su una antica Basilica, su una costruzione romana, dove, prima ancora di questa c’era un tempio dedicato al dio Mitra. La Basilica si trova vicino al Colosseo andando verso la Basilica di San Giovanni in Laterano.

Il complesso archeologico della basilica è molto interessante da visitare perché scendendo nei 
sotterranei si vedrà:
La basilica del IV secolo con queste strutture
la basilica, la navata
centrale, la navata
di sinistra e la navata
di destra.
Le costruzioni
di epoche romane.
Un tempio pagano del I secolo.
Il Mitrio.
Il turista che scende negli scavi del complesso di S. Clemente riscoprirà reperti archeologici che testimoniano un periodo compreso dai primi secoli dell’impero al medioevo.
La Basilica, con il bellissimo
interno, che risale al XII secolo va anche visitata.
Per poter visitare questo luogo unico a Roma si consiglia di informarsi in tempo presso la Basilica per i giorni, gli orari e quant’altro concerne la visita.