mercoledì 10 agosto 2022

Firenze e il Battistero di san Giovanni

Il turista potrà ammirare di nuovo restaurate, nel Battistero,

le quattro delle otto pareti interne in marmo bianco e verde di Prato ma anche l’oro dei mosaici. 

I mosaici realizzati fra il primo e il secondo decennio del Trecento raffigurano profeti, santi vescovi e cherubini. 


A uno dei quattro lati restaurati si trova il monumento funebre dell’antipapa Giovanni XXIII, opera di Donatello e Michelozzo. 

La bellezza e l’arte che si trova nel Battistero di san Giovanni fu ricordata anche da Dante Alighieri che lo chiamava il bel san Giovanni. 
Il Battistero di San Giovanni fa parte del Complesso del Duomo di Firenze

che include la Cattedrale di Santa Maria del Fiore con la Cupola del Brunelleschi.
 





lunedì 1 agosto 2022

I lungarni di Pisa

Pisa, così come Firenze, è attraversata dall'Arno

e una visita obbligata sono i lungarni vie che sono accanto al fiume Arno e percorrendoli si vedranno palazzi storici, chiese, i musei. 
Questi sono alcuni lungarni da percorrere: Il Lungarno Pacinotti va dal Ponte di Mezzo al Ponte Solferino.

Da vedere: il Palazzo Agostini l'unico a Pisa

con la facciata in terracotta. Il Museo Nazionale

di Palazzo Reale.

La Chiesa della Madonna dei Galletti. 


Il Lungarno Mediceo va dal Ponte della Fortezza al Ponte di Mezzo. 

Da vedere: il Palazzo dei Medici

sede della Prefettura, il Palazzo Toscanelli

oggi è sede dell'Archivio di stato. La Chiesa di S. Matteo in Soarta.

Il Museo Nazionale di S. Matteo.

 
Il Lungarno deve il suo nome alla residenza granducale della famiglia Medici.  
Il Lungarno Galilei va dal Ponte di Mezzo al Ponte della Fortezza.

Da vedere: il Palazzo

fiumi e Fossi, il Palazzo Pretorio

con la biblioteca comunale, il Palazzo Lanfranchi

con il Museo della Grafica, la Chiesa del Santo Sepolcro.

Il Lungarno è intitolato allo scienziato pisano Galileo Galilei. 
Il Lungarno Simonelli va dal Ponte Solferino al Ponte della Cittadella.

Da vedere: il Museo dell'Arsenale

con il Museo delle navi antiche,

la Fortezza Vecchia o Cittadella
 un'antica fortezza. 

Il Lungarno deve il suo nome all'Ing. Ranieri Simonelli che operò la ristrutturazione e l'ampliamento dei Lungarni nell'800. 
Percorrere i lungarni di Pisa è interessante per vedere luoghi che non sono nei soliti tour turistici.


mercoledì 27 luglio 2022

La mostra I colori della Serenissima. Pittura veneta del Settecento in Trentino

 A Trento nel Castello del Buonconsiglio

fino al 23 ottobre 2022 si potrà visitare la mostra I colori della Serenissima. Pittura veneta del Settecento in Trentino.

Le settanta opere provenienti da musei e collezioni anche straniere rappresentano le presenze di artisti e di opere di maestri veneti tra la fine del Seicento e il Settecento. 
Alcune di queste opere: Antonio Guardi, Sacra famiglia.

Toledo (Ohio), Museum of Art. 
Giambettino Cignaroli La morte di Catone.

Budapest, Museo di Belle Arti. 
Giambettino Cignaroli, La morte di Socrate.

Budapest, Szépművészeti Múzeum. 
Durante il percorso museale nei saloni del Magno Palazzo dei Principi Vescovi

si potranno ammirare altri stupendi capolavori di vari artisti italiani e stranieri.

 

 


 



venerdì 22 luglio 2022

Un weekend a Città della Pieve città d’arte

In provincia di Perugia si trova il borgo Città della Pieve

per un weekend rilassante ma anche per un weekend d’arte per gli appassionati d’arte. Passeggiando per il borgo

il centro storico, si arriverà al Vicolo Baciadonne una delle vie più strette d’Italia.

Si dice che si chiami così perché è talmente stretta che ci si potrebbe baciare. 
Per gli appassionati d’arte qui troveranno le opere più importanti di Pietro Vannucci detto il Perugino, la sua città natale, visitando anche queste chiese: Il duomo, dedicato ai Santi Gervasio e Protasio.

Nell’interno si ammira la Madonna in gloria con i Santi,

il Battesimo di Cristo,

  Cappella del Santissimo Sacramento. 

Una visita anche negli ambienti sotterranei. 
L’Oratorio di Santa Maria dei Bianchi  

per ammirare l’Adorazione dei Magi,

un affresco di sette metri che occupa un’intera parete. 
L’ex chiesa di Santa Maria dei Servi

oggi museo, dove è conservata la Deposizione dalla croce


ma anche altre opere. 
Tra le dimore signorili troviamo il Palazzo della Corgna.

Attualmente il palazzo

insieme all'oratorio di Santa Maria dei Bianchi, alla chiesa di San Pietro e alla chiesa di Santa Maria dei Servi fa parte del Circuito Museale Aperto cittadino. 
Da visitare anche l’Oratorio di San Bartolomeo dove è conservato il bellissimo affresco di Jacopo di Mino del Pellicciai La Crocifissione,

conosciuto come Il Pianto degli Angeli per le loro
 espressioni addolorate. 
Città della Pieve è anche conosciuta per la coltivazione dello zafferano e visitando la Casa dello Zafferano, nelle vecchie cantine di un antico palazzo,

si scopriranno anche i tanti modi di usare lo zafferano in cucina.