giovedì 9 agosto 2018

Una gita al Parco regionale di Colfiorito


Durante il periodo estivo è particolarmente interessante visitare questo Parco che si trova in Umbria, nel territorio del Comune di Foligno. Il Parco fu istituito per salvaguardare l’omonima palude,
una suggestiva distesa con una particolare vegetazione acquatica e la presenza di varie specie di animali nel periodo della loro riproduzione ma anche in vari periodi dell’anno.
Questa palude visitabile, il parco ha vari sentieri, è il sistema naturalistico più importante dell’area  del Parco regionale,
una tranquilla e piacevole passeggiata tra la natura incontaminata circondata da colline con il percorso accessibile a tutti e dove ci sono aree per fare i pic nic e sostare.
Una visita interessante da fare è anche al museo naturalistico del parco le varie sezioni con pannelli e plastici permettendo di conoscere l’aspetto scientifico e ambientale degli altipiani Plestini.


Per le visite si consiglia di informarsi in tempo per i giorni, gli orari e quant’altro concerne la visita.
                                          


martedì 7 agosto 2018

Una visita a Rasiglia


Questo paesino nel cuore dell'Umbria, immerso nei boschi, è conosciuto per i suoi mulini, i tanti ruscelli e per la lavorazione della lana, tanto che in alcune case si possono vedere gli antichi telai usati per la tessitura.   



Il borgo medievale risalente al XIII ancora oggi è attraversato da stradine e da ruscelli di acqua purissima collegati da ponticelli in legno.
Camminando per le vie pittoresche, tra le case in pietra e piazzette, si vedranno vari corsi d’acqua tra le case dipinte, antichi lavatoi, fontane, cascate in un paesino poco abitato ma pieno di fascino e suggestivo.
Una visita al Santuario della Madonna delle Grazie per ammirare i magnifici e antichi affreschi in una sola navata.
Il Santuario si trova vicino a questo paesino poco conosciuto, nella provincia di Foligno, e che bisognerebbe visitare per immergersi in uno scenario incantevole di altri tempi.




venerdì 3 agosto 2018

Manifestazioni popolari ad agosto 2018 in Italia


Le manifestazioni che si tengono nel mese di agosto 2018 fanno parte della cultura di ogni città italiana permettendo al visitatore di rivivere un evento del passato con rievocazioni in costume, tornei, musica, sfilate in costume antico, mercatini in queste città.
A Volterra, in provincia di Pisa, il 12 e il 19 agosto si terrà la festa medievale Volterra A.D. 1398.

La manifestazione si terrà nel centro storico e nel parco del castello.  
A Finalborgo, in provincia di Savona, si terrà dal 23 al 26 agosto 2018 la manifestazione in costume Viaggio nel Medioevo.

La manifestazione si terrà nel borgo antico.
A Castelfidardo, in provincia di Ancona, si terrà il 10 e 11 agosto 2018 la manifestazione Tracce di Ottocento.

La manifestazione si terrà nel centro storico e tra i vari eventi c’è anche il Palio dell’acqua tra le otto contrade cittadine.
A Massa Marittima, in provincia di Grosseto, si terrà il 14 agosto 2018 la manifestazione Il balestro del Trifalco.

Si terrà il corteo storico e la gara medievale con la balestra.
A Trani si terrà dal 9 al 12 agosto 2018 la manifestazione la Settimana Medioevale, si ricorderà anche la storia dei Templari e le nozze di re Manfredi. 

Gli spettacoli si terranno tra il centro storico e il castello Svevo.
Per assistere a queste manifestazioni si consiglia di informarsi in tempo per la conferma dei giorni della manifestazioni.


mercoledì 1 agosto 2018

Un weekend alla scoperta di Andria


La città di Andria si trova in Puglia, tra il Golfo di Manfredonia e la Terra di Bari.  E' famosa, oltre che per i prodotti enogastronomici tipici come l'ottima mozzarella e la burrata, anche per la presenza, nel suo territorio, di Castel del Monte, nota e misteriosa fortezza del XIII secolo voluta dall'Imperatore Federico II.

Ricca di arte e di musei, ecco cosa vedere durante la passeggiata, oltre a degustare gli ottimi prodotti ed apprezzare l'artigianato locale:

La Porta di sant’Andrea, o arco di Federico II

 il palazzo ducale,  risalente al XIV secolo

il Museo del Confetto Giovanni Mucci.

la Cattedrale, intitolata a Santa Maria Assunta, risale all'epoca normanna, ma ricostruita e ampliata in stile tardo-gotico (sec. XV - XVI) per volontà del duca Francesco II Del Balzo del 1350. 


Nella cattedrale si conserva la Sacra spina uno dei frammenti della corona intrecciata e posta sul capo di Cristo durante la Passione.
La reliquia fu donata dalla principessa Beatrice d’Angiò, figlia di Carlo II e moglie di Bertrando del Balzo duca di Andria. Nella cripta, un'antica Chiesa paleocristiana si trovano le tombe di due mogli di Federico II: Jolanda di Brienne e Isabella d'Inghilterra.  

Il museo del giocattolo un viaggio attraverso la storia e le tradizioni del gioco e del giocattolo.

Vicino ad Andria si trova inoltre il Santuario della Madonna dei Miracoli, in cui è di particolare pregio la Cappella della Crocefissione,  con importanti affreschi.


La visita più importante da fare quando ci si trova ad Andria è quella a Castel del Monte, epoca di Federico II di Svevia, conosciuto per la sua forma ottagonale.


Castel del Monte fa parte Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO.

venerdì 27 luglio 2018

Il centro storico di Siena Patrimonio dell'Unesco


La città di Siena è ricca di storia, d’arte e di tradizioni come il Palio di Siena che si corre il 2 luglio e il 16 agosto di ogni anno, il centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Da visitare:
La Piazza del Campo dalla particolare forma
la Torre del Mangia
la Cappella di Piazza
in ricordo dello scampato pericolo della peste, la Fonte Gaia
Da visitare la Cattedrale o Duomo, in stile romano gotico, 
con numerosi capolavori d’arte che abbelliscono l’interno rendendolo unico nel suo genere.

Il bellissimo e particolare pavimento a “commesso marmoreo” un complesso lavoro con varie scene che parte dal Trecento fino all'Ottocento 
La Lupa senese circondata dagli emblemi di dodici città confederate.
per chi volesse vedere il pavimento anche dall'alto c’è il percorso dei sottotetti della Cattedrale chiamato la “Porta del Cielo” anche per ammirare il panorama.



La Libreria Piccolomini con gli affreschi del Pinturicchio che rappresentano vari momenti della vita di Enea Silvio Piccolomini il futuro papa Pio II ma che conserva anche particolari e magnifici codici miniati.
Per conoscere l’arte senese si deve andare alla Pinacoteca Nazionale che conserva opere che vanno dal Trecento al Seicento di autori italiani e stranieri
e al Museo Civico
che conserva vari capolavori dell’arte toscana.