venerdì 22 giugno 2018

Una gita alla Foresta Umbria nel Parco Nazionale del Gargano


La Foresta Umbra si estende per 10.426 ettari nel territorio garganico e il nome potrebbe dipendere dal fatto che la vegetazione molto fitta rende l’ambiente cupo e pieno di zone d’ombra in quanto i raggi del sole filtrano appena.

Infatti nella parte più alta ci sono anche gli aceri, il leccio e il carpino mentre nella parte più bassa si trova il faggio
che è il più rappresentativo della Foresta Umbra.
La Foresta Umbra è suddivisa in quattro zone con cinque comuni che sono:
Vico del Gargano,
Monte Sant’Angelo,
Vieste,
Carpino e
Peschici.
Nel percorso si trovano soste attrezzate e poiché ci sono percorsi stabiliti
è bene informarsi presso il Centro Visitatori per gli orari e per le guide specializzate, se richieste, ma anche per avere una cartina dei sentieri percorribili a piedi perché è un’area protetta.
E’ il luogo ideale per fare escursionismo
anche perché ci sono i pannelli in legno nei sentieri, durante la passeggiata si incontreranno alcuni laghetti dove sostare ma si possono anche vedere gli animali che ci vivono.
Addentrarsi nella Foresta Umbra è una bella esperienza perché questa oasi di verde
permette di stare al contatto della natura ma anche di visitare i comuni che ne fanno parte.





martedì 19 giugno 2018

Pesaro e le sue Ville storiche

Un tour per visitare queste interessanti ville e scoprire le loro bellezze.
Villa Caprile,  risale al 1640 come residenza estiva del marchese Mosca, nel tempo fu ampliata e tra il 1579 e il 1659.

Alcune stanze del piano nobile furono affrescate con soggetti mitologici.

Il grande e bel giardino,all'italiana, è disposto su tre terrazze che si uniscono tra loro con gradinate.
Nel percorrere il giardino ecco una bella vasca ottagonale, si vedranno giochi d’acqua con spruzzi improvvisi che fuoriescono da siepi, monumenti e vasi, belle aiuole fiorite, e piante di limoni e frutti.


 Nello scenografico teatro all'aperto si svolgono vari eventi culturali.
Villa Imperiale
Deve il suo nome all'imperatore Federico III che pose la prima pietra nel 1468 ospite a Pesaro di Alessandro Sforza.
 Sarà Francesco Maria I della Rovere a far ampliare la villa, il giardino e affrescare gli interni delle sale.
Il ciclo pittorico delle sale propone i temi della natura, dell’antico, degli amori e scene della vita di Francesco Maria I della Rovere.
L’ala cinquecentesca, sulla parte del Colle San Bartolo, è collegata da terrazzamenti con logge, giardini e cortili.

Villa Molaroni
Di recente costruzione, del 1924, apparteneva a Giuseppe Molaroni, in seguito divenne proprietà del Comune.

Nel suo interno si trova il Museo della Marineria Wasington Patrignani.
Nei dieci spazi espositivi si trovano modelli di navi, vari materiali come polene, ancore e tutto ciò che rappresenta la vita e la cultura marinara.


Nel Museo si svolgono anche mostre tematiche e conferenze.
Per le visite, gli orari ed eventuali prenotazioni di visite guidate alle Ville, è sempre meglio chiedere informazioni .







 


















venerdì 15 giugno 2018

La Villa Reale di Marlia di Capannori


Nei dintorni di Lucca, a Capannori, località Marlia, si trova questa dimora storica, con i suoi bellissimi e particolari giardini che fanno di questa importante residenza d’epoca un luogo incantevole da visitare.
Il percorso nel vasto e splendido parco tra viali, perfette aiuole di siepi e la terrazza per ammirare il mare, permetterà al visitatore di scoprire in un ambiente unico e rilassante.

Tra questi viali si trova la grotta di Pan o il ninfeo la cui costruzione risale tra il 1570 e il 1580 
ed è formato da due ambienti
ma anche l’elegante Palazzina dell’Orologio con la loggia panoramica
risalente al XVIII secolo, il particolare teatro di verzura, un tipo di teatro all’aperto realizzato con complesso di piante verdi come le siepi di tasso,
nello sfondo ci sono alcune maschere in cotto della commedia italiana.
In questa dimora storica che fu la residenza di Elisa Bonaparte Baciocchi sorella di Napoleone e Principessa di Lucca si possono organizzare eventi e matrimoni.

Per le visite al giardino e gli eventi si consiglia di informarsi in tempo visitando il sito web di Villa Reale di Marlia.



mercoledì 13 giugno 2018

Un weekend a Grottaglie la Città delle ceramiche


Questa cittadina della Puglia si trova su di una collina a pochi chilometri da Taranto, posta sul ciglio del gradone murgiano che degrada verso il Mar Piccolo ed è conosciuta anche e soprattutto per la produzione artigianale di ceramiche.

Nella cittadina infatti potete girare in un quartiere interamente dedicato alla produzione di questo tipo artigianato anche con i simboli tipici dello stile di Grottaglie
come galletto in varie forme e colori.

Una passeggiata quindi in questo quartiere, lungo la gravina di san Giorgio che si trova nella parte bassa del paese, un quartiere veramente pittoresco

con le botteghe artigianali mentre è bello anche vederlo dall’alto con vasi e contenitori
sulle terrazze delle botteghe.
Durante la passeggiata per il centro ecco cosa vedere:
Il castello dell’Episcopio, risalente alla fine del XIV secolo,
ai giorni odierni ospita il museo delle ceramiche negli ambienti anticamente utilizzati come stalle e si articola in cinque sezioni
con oggetti che coprono un arco cronologico

che va dal VIII secolo a.C. sino ai giorni nostri.
E’ possibile anche visitare il giardino mediterraneo
che si trova all’interno del castello.
Una visita al museo didattico delle maioliche nell’istituto d’arte

dove sono esposte opere del XVI e XVII secolo.
Una visita anche alla chiesa del Carmine
dove in una delle cappelle si trova il bellissimo presepe in pietra policroma
dello scultore rinascimentale Stefano da Putignano.
Nel chiostro del convento si possono vedere le pitture, 
con scene bibliche, relative del ciclo del profeta Elia.
Da tenere presente che a Grottaglie dal 23 giugno al 30 settembre 2018 si terrà la Mostra della Ceramica 2018 sul tema “Terra identità, luogo, materia”.