venerdì 15 giugno 2018

La Villa Reale di Marlia


Nei dintorni di Lucca, a Capannori, località Marlia, si trova questa dimora storica, con i suoi bellissimi e particolari giardini che fanno di questa importante residenza d’epoca un luogo incantevole da visitare.
Il percorso nel vasto e splendido parco tra viali, perfette aiuole di siepi e la terrazza per ammirare il mare, permetterà al visitatore di scoprire in un ambiente unico e rilassante.

Tra questi viali si trova la grotta di Pan o il ninfeo la cui costruzione risale tra il 1570 e il 1580 
ed è formato da due ambienti
ma anche l’elegante Palazzina dell’Orologio con la loggia panoramica
risalente al XVIII secolo, il particolare teatro di verzura, un tipo di teatro all’aperto realizzato con complesso di piante verdi come le siepi di tasso,
nello sfondo ci sono alcune maschere in cotto della commedia italiana.
In questa dimora storica che fu la residenza di Elisa Bonaparte Baciocchi sorella di Napoleone e Principessa di Lucca si possono organizzare eventi e matrimoni.

Per le visite al giardino e gli eventi si consiglia di informarsi in tempo visitando il sito web di Villa Reale di Marlia.



mercoledì 13 giugno 2018

Un weekend a Grottaglie la Città delle ceramiche


Questa cittadina della Puglia si trova su di una collina a pochi chilometri da Taranto, posta sul ciglio del gradone murgiano che degrada verso il Mar Piccolo ed è conosciuta anche e soprattutto per la produzione artigianale di ceramiche.

Nella cittadina infatti potete girare in un quartiere interamente dedicato alla produzione di questo tipo artigianato anche con i simboli tipici dello stile di Grottaglie
come galletto in varie forme e colori.

Una passeggiata quindi in questo quartiere, lungo la gravina di san Giorgio che si trova nella parte bassa del paese, un quartiere veramente pittoresco

con le botteghe artigianali mentre è bello anche vederlo dall’alto con vasi e contenitori
sulle terrazze delle botteghe.
Durante la passeggiata per il centro ecco cosa vedere:
Il castello dell’Episcopio, risalente alla fine del XIV secolo,
ai giorni odierni ospita il museo delle ceramiche negli ambienti anticamente utilizzati come stalle e si articola in cinque sezioni
con oggetti che coprono un arco cronologico

che va dal VIII secolo a.C. sino ai giorni nostri.
E’ possibile anche visitare il giardino mediterraneo
che si trova all’interno del castello.
Una visita al museo didattico delle maioliche nell’istituto d’arte

dove sono esposte opere del XVI e XVII secolo.
Una visita anche alla chiesa del Carmine
dove in una delle cappelle si trova il bellissimo presepe in pietra policroma
dello scultore rinascimentale Stefano da Putignano.
Nel chiostro del convento si possono vedere le pitture, 
con scene bibliche, relative del ciclo del profeta Elia.
Da tenere presente che a Grottaglie dal 23 giugno al 30 settembre 2018 si terrà la Mostra della Ceramica 2018 sul tema “Terra identità, luogo, materia”.
 


mercoledì 6 giugno 2018

Una visita nei sotterranei del Vittoriano a Roma


Questo enorme monumento bianco che troneggia in Piazza Venezia, alle spalle del Campidoglio e dei Fori Imperiali, uno dei monumenti più importanti della Roma moderna, è comunemente chiamato "Vittoriano", nome che gli deriva da Vittorio Emanuele II, primo re d’Italia dal momento che fu costruito per ricordare questo re, morto nel 1878. Dai romani viene chiamato "macchina da scrivere" per via della sua forma, ma il vero nome sarebbe Altare della Patria".

Non tutti sanno che sotto questo imponente  Monumento ci sono ambienti sotterranei, che si possono visitare.
Alcuni di questi ambienti risalgono agli Antichi Romani, sono di epoca traianea e furono rinvenuti nel 1888, dopo la posa della prima pietra del monumento. Si decise di non coprirli, ma il progettista variò il progetto di costruzione del Vittoriano proprio per salvaguardare e rendere fruibili questi antichissimi ambienti urbani.


I sotterranei dell'Altare della Patria furono sturtturati ed utilizzati  come rifugio nel corso dei bombardamenti durante la II guerra mondiale che a Roma risalgono all'anno 1943 e 1944.

Durante il percorso di visita si vedranno le aree o punti di sosta dedicate ai rifugiati, il punto del pronto soccorso della Croce Rossa
e questi ambienti servirono ai rifugiati
a sopravvivere durante il bombardamento.
Nel percorrere i cunicoli si vedranno targhe in marmo come quella dell’acqua potabile
oppure vedere l’impianto elettrico originale sui muri
ma anche delle varie scritte  ad opera di quale rifugiato per testimoniare quel tragico periodo.
Per visitare questi importanti sotterranei che fanno parte della storia di Roma rivolgersi per informazioni al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo Polo Museale del Lazio.

martedì 5 giugno 2018

Idee per le vacanze al mare in Italia


Si avvicina l’estate e si pensa già in quale città balneare andare per trascorrere le vacanze o il weekend al mare. Sfogliando gli itinerari insoliti in Italia, ho trovato due piccole ma interessanti località dove la storia, la cultura, l'arte, oltre le spiagge particolari, renderanno piacevole la vacanza.

Siloro in provincia di Ancona, inserito nella Riviera del Connero, è un antico borgo medievale dove trascorrere le giornate tra il blu del mare e il verde della natura.

La spiaggia Urbani dalla particolare forma e tutta bianca
per i sassolini che la rendono pittoresca ha tutte le comodità per una piacevole vacanza.
La spiaggia di san Michele con la montagna verde e la spiaggia con la sabbia bianca e ghiaia che si può raggiungere a piedi partendo dal Parco della Repubblica di Sirolo.
Anche qui ci sono tutte le comodità per una piacevole vacanza.
La spiaggia libera dei sassi neri
vicinissima alla spiaggia di san Michele.
La spiaggia delle due sorelle deve questo nome per i due scogli gemelli che emergono dalle acque cristalline.
Questi faraglioni sono forse il simbolo della Riviera del Conero.
Durante il soggiorno una passeggiata 
nel centro storico o al parco belvedere per ammirare il panorama  
e poi vedere il teatro all’aperto Le Cave,  
un suggestivo teatro ricavato da vecchie cave che si trova lungo la strada che costeggia il Monte Conero, tra Sirolo e Portonovo.


Rocca san Giovanni, fa parte del circuito dei borghi più belli d’Italia, si trova tra la foce del fiume Sangro e quella del torrente Feltrino in provincia di Chieti.

Il lido ha un bellissimo litorale con le insenature e alle spalle cespugli di ginestre 

ma anche un piccolo porto.

Il lido o la spiaggia più interessante è quella del Cavalluccio
per lo più sabbiosa e caratterizzata dal trabocco usato per pescare. Passeggiando per il borgo sotto gli archi


o nelle pittoresche vie  
si giungerà alla piazza principale con il complesso parrocchiale di San Matteo Apostolo, la torre campanaria e il palazzo municipale.
Una passeggiata alla costa dei trabocchi
caratterizzata anche dalla presenza degli antichi e moderni trabocchi che sono antichi macchinari da pesca installati su palafitte ancorate agli scogli della costa,
dalle quale si poteva pescare senza allontanarsi dal litorale in caso di maltempo.




sabato 2 giugno 2018

Un weekend ad Assisi


Questa è una bellissima città
da visitare per la sua storia, i monumenti, l’arte ma soprattutto per san Francesco con la basilica e il sacro convento.
Durante la passeggiata ecco cosa vedere:
Il foro
romano, il tempio di Minerva
poi divenuto chiesa di S. Maria
sopra Minerva, le domus romane: la domus
di Properzio e la domus
del Lararium ,
 la basilica
e il sacro
convento.
La pinacoteca

e il museo della memoria
al primo piano
della pinacoteca, il museo
diocesano, il museo della
Porziuncola a santa
Maria degli angeli, il museo delle
arti e
dei mestieri.
Una visita alla Rocca
Maggiore con i suggestivi saloni che ripropongono le ricostruzioni
tematiche
ispirate
alla vita medievale.
Un weekend interessante per conoscere la storia di Assisi.