sabato 31 ottobre 2015

Il Parco Naturale Bracciano Mantignano

Questa oasi naturale estesa nell'area del lago di Bracciano e del più piccolo lago di Mantignano rappresenta il paesaggio vulcanico tipico delle colline a nord di Roma.

Il Parco prende il nome dai due laghi che rientrano 
nel suo territorio,  
si estende per oltre 6000 ettari e vi fanno parte anche le aree 
della caldara di Manziana, di pantane e Lagusiello.

All'interno del parco 



sono presenti una varietà di animali.
Per gli amanti del birdwatching, a seconda delle stagioni,
si possono osservare aironi, nibbi bruni, anatre ed i rari falchi pescatori.




venerdì 30 ottobre 2015

Un soggiorno ad Arezzo

Questa bella ed antica cittadina nel cuore delle colline della Toscana, con le sue antiche origini conserva ancora le vestigie di epoca Romana

e di quel periodo è l’Anfiteatro costruito nel I secolo d.C. con pietra arenaria, marmi e laterizi.
In seguito su una parte dell’Anfiteatro fu un convento degli Olivetani che oggi è diventato Museo Archeologico.
Percorrendo le tipiche vie cittadine nel centro storico si troverà la Chiesa di Santa Maria della Pieve (XII e XIII sec.)
di origine romanica con il bellissimo campanile a bifore del Trecento detto anche delle “cento buche”.
 Da visitare la Cattedrale di San Pietro e Donato di origine gotica
e nel suo interno, oltre ad altre pregevoli opere, si conserva la “Maddalena”
affrescata da Piero della Francesca 1460 e
la Cappella della Madonna del conforto di Andrea della Robbia.
Altri capolavori del grande Maestro  Piero della Francesca si ammirano altrove ma anche nella Cappella Bacci e sono gli affreschi del Ciclo della Leggenda della vera Croce,
questa Cappella la troviamo nella Chiesa di San Francesco (XIV sec.)  nella piazza omonima.
Ma nella sede della chiesa, si terrà fino al 31.10.2015 una interessante
mostra Le Bevande Coloniali Argenti e Salotti del Settecento Italiano.
Una tappa importante da fare è nella casa di Giorgio Vasari, artista aretino,


altre opere del Vasari sono Piazza Grande
dove l’artista progettò le Logge.
Tra i vari musei  c’è anche il Museo Storico dell’Oro
che ripercorre la storia orafa di Arezzo attraverso i rari e preziosi gioielli. 
Questa bella ed antica cittadina offre al visitatore molto di più di quello descritto qui e tempo permettendo si possono visitare i bellissimi dintorni per concludere il soggiorno aretino.


giovedì 29 ottobre 2015

Il mosaico della Cattedrale di Otranto

La Cattedrale, dedicata a Santa Maria Assunta, fu costruita tra il 1080 circa e il 1088 e nel suo interno otre le altre opere quella più spettacolare ed importante è il pavimento a mosaico realizzato tra il 1163 e il 1165 dal monaco Pantaleone.
Questo mosaico costituisce una vera e propria opera che riassume sia episodi dell’Antico e Nuovo Testamento sia figure allegoriche.
La lonza, una delle «tre fiere» descritte anche da Dante all’ingresso dell’inferno.
Nel mosaico si noterà Adamo ed Eva 
quando vennero tentati dal serpente e poi espulsi 
dal giardino dell’Eden, 
l’immagine di Alessandro Magno, 
del re Artù, 
di Caino e Abele, 
il re Salomone.
Nei dodici cerchi dello zodiaco c’è anche 
maggio, 
agosto, 
settembre.
Queste immagini si trovano nell’albero della vita il mosaico 
che si trova lungo la navata centrale, le seminavate laterali, l'abside e il presbiterio della cattedrale.
Questo immenso e particolare mosaico è il più grande d’Europa quasi integro, vedere queste tessere colorate che rappresentano storie, animali, simboli è come vedere un grande libro aperto immagini del tempo e della cultura del Medioevo.
La cattedrale fu il luogo dove moltissimi fedeli furono massacrati, nel 1480 durante l’invasione dei turchi, per non rinnegare la fede.
                       

  

mercoledì 28 ottobre 2015

I caffè storici di Torino

La città di Torino con la sua storia ha molto da offrire al visitatore dai monumenti ai musei al Parco del Valentino ma visitare i tanti caffè storici è altrettanto interessante

perché il fascino e l’eleganza di questi caffè sono parte del costume e della cultura della città.
Sono i luoghi che i grandi scrittori, intellettuali e filosofi hanno frequentato e dove hanno scritto opere e elaborato nobili pensieri. 
Nelle salette arredate, dove si ritrova tutta l'atmosfera dei tempi risorgimentali, si possono gustare le specialità locali proprio come erano soliti fare i personaggi famosi di quel periodo che li frequentavano. Ecco alcuni locali preferiti da personaggi della nostra storia italiana.
Rattazzi, 
La saletta Cavour caffe Fiorio
Cavour, D'Azeglio 
frequentarono il Fiorio, Gozzano 
al Baratti & Milano 
compose “Le Golose”, Pavese


frequentava il Platti.
De Gasperi frequentava 
gli ambienti liberty 
del Caffè Torino, mentre Dumas ma anche Cavour 
erano assidui frequentatori
del Bicerin.
Lo storico 
Caffè Mulassano fu il ritrovo esclusivo dei notabili della Casa Reale 
e degli artisti del Teatro Regio.
Anche questo tour enogastronomico torinese avrà fatto conoscere ed apprezzare una città sempre diversa ma unica ed accogliente.